Ambra Angiolini e la violenza sulle donne: l’appello agli uomini

ambra-angiolini-e-la-violenza-sulle-donne:-l’appello-agli-uomini

Ambra Angiolini e la violenza sulle donne. In occasione della giornata mondiale, l’attrice ha fatto un appello agli uomini in modo chiaro e significativo.

Ambra Angiolini, attrice e conduttrice
Ambra Angiolini, attrice e conduttrice (screenshot Instagram)

Oggi, 25 novembre è la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne e son tante le artiste che hanno scelto di dire la loro sull’argomento. Moltissimi volti del mondo dello spettacolo, ogni anno, si uniscono e si schierano a favore della lotta contro il femminicidio e la disparità di genere che, purtroppo, sembra dura a morire.

Tra di loro c’è anche Ambra Angiolini, attrice e conduttrice radiofonica che ha voluto mandare un messaggio molto importante dai microfoni di Radio Capital. Ciò che ha voluto dire è semplice. Questa battaglia, secondo lei, non riguarda solo le donne, ma tutti, uomini compresi.

Con questo appello, Ambra invita anche gli uomini a scendere in piazza e a combattere per i diritti di tutte. In aggiunta a questo, la Angiolini ha voluto condividere quello che è il suo pensiero sull’argomento, a cui si sente molto vicina. La violenza, per lei, è inammissibile in ogni sua forma e nessuno dovrebbe tentare di prevaricare sull’altro.

LEGGI ANCHE -> Ambra Angiolini, impassibile nel primo piano: “Buttarsi nel mare forza 9”

Ambra Angiolini e la violenza sulle donne: il suo messaggio

Ambra ai microfoni di Radio Capital
Ambra ai microfoni di Radio Capital (screenshot Instagram)

Direttamente dai microfoni dell’emittente radiofonica per cui lavora, Ambra dice la sua sulla giornata del 25 novembre. Secondo lei, infatti, giornate che ricordano che la violenza sulle donne non dovrebbero proprio esistere. Ogni giorno dell’anno dovrebbe essere vissuto con l’idea che gli uomini che maltrattano le donne sbagliano.

LEGGI ANCHE -> Valerio Staffelli torna su Ambra Angiolini: “Avrebbe potuto evitarci minacce di morte”

La Angiolini lo dice apertamente: anche gli uomini devono fare la loro parte. Non devono essere solo le donne a lottare per le proprie battaglie e per il proprio diritto di esistere, anche il genere maschile deve supportarle aiutandole a rivendicare le proprie libertà.