Le barriere architettoniche in Commissione regionale: l’appello del “Mosaico 2.0”

le-barriere-architettoniche-in-commissione-regionale:-l’appello-del-“mosaico-2.0”

Le barriere architettoniche in Commissione regionale: l'appello del

Le barriere architettoniche in Commissione regionale: l’appello del “Mosaico 2.0”

I piani di eliminazione delle barriere architettoniche in Commissione regionale. E’ la richiesta avanzata dall’associazione “Il Mosaico 2.0”, che proprio in queste ore ha inoltrato l’istanza all’ente regionale preposto.

“I Peba – ha dichiarato Annalisa Costa, presidente dell’associazione – ovvero i Piani di eliminazione delle barriere architettoniche, sono strumenti atti a monitorare, progettare e pianificare degli interventi finalizzati al raggiungimento di una normale accessibilità e fruibilità degli edifici e non solo, di tutti i cittadini. Sono documenti introdotti negli anni ’80: ogni comune dovrebbe dotarsi di un piano teso a rilevare e classificare tutte le barriere architettoniche presenti in un’area definita, siano essi edifici pubblici e privati aperti al pubblico o porzioni di spazi pubblici urbani, attivandosi, laddove vi siano problematiche, per agevolarne l’accessibilità da parte di ciascuno di noi”.

I vertici dell’associazione sperano che “gli attori del maggio scorso, a cui l’iniziativa proposta era interessata, ad oggi, nell’ormai post-votazioni, dimostrino lo stesso interesse e soprattutto il giusto senso civico, provvedendo ad una convocazione in commissione per la discussione di questo argomento a noi caro”.

Intanto prosegue la stesura dello statuto che verrà “depositato a breve e rimane sempre e più che mai vigile su tutte le problematiche di interesse pubblico tanto che siamo in attesa di incontrare il primo cittadino di Città di Castello”.